cultnews

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

Cinemadivino, quattro serate in cantina con la magia del vino e delle pellicole d’autore


Dal 19 luglio al 2 agosto ad Arzachena e Monti
percorsi enogastronomici e visivi
Cinemadivino, quattro serate in cantina
con la magia del vino e delle pellicole d’autore



Dopo il successo dell’anno scorso, torna Cinemadivino, il collaudato format che mette insieme cinema, vino e prodotti tipici, tutto in cantina, dove il visitatore e spettatore sarà accompagnato in un percorso enogastronomico e visivo dai protagonisti di alcune fra le realtà più significative del panorama vinicolo della Gallura.

Si parte giovedì
19 luglio con il film Terraferma, per la regia di Emanuele Crialese. L’appuntamento è alle 19 nelle Vigne Surrau di Arzachena (località Chilvagghja 0789.82933/82974). Si prosegue sabato 21 luglio con Le idi di marzo, regia di George Clooney, nello spazio allestito nella Cantina sociale del Vermentino di Monti (via San Paolo, 2 - 0789.44012).

Giovedì
26 luglio è il turno di Magnifica presenza, regia di Ferzan Ozpetek, e si ritorna alle Vigne Surrau di Arzachena. La chiusura, giovedì 2 agosto, è affidata a Bennet Miller con L'arte di vincere, sempre all’interno delle Vigne Surrau.

Il costo è di 20 euro per gli appuntamenti alle Vigne Surrau, 16 per quello nella Cantina del Vermentino di Monti. L’offerta prevede la degustazione di tre vini abbinati all’assaggio di prodotti tipici e la visione del film che sarà proposta con il sistema tradizionale, attraverso la proiezione di bobine da 35 millimetri.

Il programma della serata prevede l’apertura, alle 19, con una visita guidata in cantina, la degustazione di vino e prodotti tipici e, alle 21,30, la proiezione del film.

Nata nel 2004, in Emilia Romagna, da un’iniziativa dell’Enoteca regionale emiliana, la rassegna Cinemadivino è stata “importata” in Sardegna dal Museo del vino – Enoteca regionale di Berchidda (Enoturistika) – dove l’anno scorso, in occasione della prima edizione, ha fatto registrare un successo straordinario.

L’intento dei promotori è quello di proporre al visitatore un modo diverso di interpretare l’accoglienza in cantina affiancando al momento della degustazione quello della visione di un film: “Il tutto in un felice incontro tra arti - sottolinea Antonella Usai, presidente del Museo del vino, enoteca regionale di Berchidda, Enoturistika - capace non solo di suscitare emozioni, ma anche di stimolare l’apprezzamento di vini e prodotti tipici, veri portacolori del territorio”.

La rassegna, in Sardegna alla seconda edizione, è promossa e organizzata da Enoturistika, Museo del Vino – Enoteca regionale della Sardegna di Berchidda, in collaborazione con Cinemadivino, l’Enoteca regionale dell’Emilia Romagna e con il patrocinio della Provincia di Olbia Tempio, del Comune di Berchidda, e della Comunità montana del Monte Acuto, nonché delle Vigne Surrau di Arzachena e della Cantina del Vermentino di Monti.

Per saperne di più si possono visitare i siti: www.muvisardegna.it; www.cinemadivino.it. E’ preferibile prenotare contattando direttamente le Cantine.

(17 luglio 2012)

sopra bottiglie delle Vigne Surrau e della Cantina del Vermentino di Monti



Home Page | arte | letteratura | spettacolo | fotografia | fotogalleria | costume e società | ambiente | agenda | contatti | archivio | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu